Vuoi saperne di più sul registro elettronico?

Per saperne di più su attestazione, registro corso, validazione, ecc.

Premessa

Il registro elettronico di cui è in possesso il tutor e gli “indicatori” forniscono informazioni al tutor stesso sulla quantità e qualità delle attività che ogni singolo corsista sta svolgendo.
Sono, in primo luogo, strumenti per il controllo del processo didattico, per l’individuazione di situazione di “sofferenza” e per decidere se e come intervenire in singole situazioni o sull’intera “classe”.Gli strumenti proposti possono, ovviamente, essere integrati da altri elaborati dal tutor stesso.
Questo insieme di strumenti può anche fornire al direttore del corso elementi su cui “appoggiare” l’ attestazione da rilasciare al termine del corso.
La decisione di utilizzare questa opportunità (e la conseguente comunicazione ai corsisti) è del direttore del corso.
Il dirigente può scegliere di
utilizzare integralmente il sistema proposto
utilizzarlo in
parte
utilizzarlo con integrazioni “locali”

non utilizzarlo
affatto
…..

Se il direttore decide di utilizzare questa opportunità allora il tutor consegnerà, al termine dell’attività, per ogni corsista, un portfolio comprendente:
un report sintetico delle attività svolte (sostanzialmente la stampa della parte del registro di ogni singolo corsista)
una copia degli elaborati consegnanti a mano o in “classe
virtuale”.

Per riassumere:
al termine di questi percorsi non è prevista un’attività di valutazione o una “certificazione delle competenze” (si veda la nota del MIUR sotto riportata).
Al direttore del corso spetta l’attestazione dell’intero percorso compiuto, anche della parte, svolta on line.
Il direttore sa che PUNTOEDU fornisce al tutor informazioni – con le modalità sopra descritte - sulle attività svolte da ogni corsista.
Il direttore può decidere di utilizzare dette informazioni per l’attestazione e/o concordare con il tutor la raccolta e la tenuta di altre informazioni.

A proposito dell’attestazione si ricorda che una recente nota del Dipartimento per lo sviluppo dell’istruzione - prot. 1899IE/1/A, 1/4/03 - ai Direttori Regionali dice:
“La dichiarazione di partecipazione agli interventi formativi in oggetto assume un carattere di mera attestazione. Si tratta, infatti, di un servizio messo a disposizione del personale scolastico per dare strumenti utili alla gestione delle istituzioni scolastiche o dei processi di apprendimento e non per certificare competenze volte allo sviluppo della carriera. Ciò premesso, il Direttore del corso, dopo aver verificato il rispetto di quanto indicato al punto b) – dove si dice che le assenze non devono superare il 25% delle ore previste in presenza – rilascerà l’attestato comprensivo anche delle ore in autoformazione previste per ciascun tipo di intervento.”

Il registro elettronico

1.Il tutor accede al “registro” cliccando su “registro”.
2.Il tutor dovrebbe vedere tutti i suoi “studenti” con accanto delle informazioni sintetiche indicanti il numero di accessi e la data dell’ultimo accesso.

Un click su “dettagli attività svolte” permette l’accesso alla pagina del registro dedicata al corsista accanto indicato.

Il sistema degli indicatori

Dal documento disponibile on line all’ingresso dell’ambiente di formazione:

“…La trasformazione in ore delle attività on line avviene attraverso un sistema di indicatori che ha una validità unicamente interna a PuntoEdu, non ha riferimento diretto alle ore effettivamente impiegate dal corsista, ma ad una stima dell’impegno medio (un indicatore corrisponde ad un’ora di impegno).
•2 indicatori per ciascuno degli approfondimenti tematici (viene tracciato sia l’accesso ai diversi contributi sia gli spunti di riflessione che ogni corsista è invitato a condividere negli incontri in presenza e nella classe virtuale
•2 indicatori per ciascuna delle attività dei laboratori (attività proposte) con le stesse modalità sopra descritte
•2 indicatori per la partecipazione ai forum (se presenti all’interno del modulo) …”

Il registro riporta quasi la totalità delle attività svolte dai corsisti, anche quelle che non rientrano nel nostro “sistema degli indicatori”. Ciò per due motivi:
•perché il “registro” è, in primo luogo, uno strumento di controllo del processo
•perché il “sistema di indicatori” è solo una proposta ai direttori di corso per l’attività di attestazione.
Si veda quanto detto nella “premessa”.

Se un corsista ha fruito di un approfondimenti tematico “off line” perché, ad esempio, gli è stata data una copia su carta del documento allora non comparirà “la riga” corrispondente all’attività.
Il tutor suggerirà al corsista, di utilizzare la risorsa, almeno una volta, on line.
In tal modo comparirà “la riga” corrispondete e il tutor potrà, con gli elementi in suo possesso, dichiarare che l’attività è stata realizzata.

Quando il tutor dichiarerà che lo “studente “ ha completato l’attività? Quando riterrà di avere sufficienti elementi per fare tale affermazione.

Qualche esempio: quando il tutor dichiarerà “completata” l’attività
•di un modulo? Quando vedrà un “certo” numero di accessi e avrà avuto – in classe virtuale o in altro modo – le “riflessioni” del corsista.
•Di un laboratorio laboratorio? A fronte di un “certo” numero di accessi e della consegna di un documento contenete lo studio di una o più delle attività proposte
•Di un forum? Si ricorda che i forum in questione sono quelli presenti all’interno di ogni modulo: forum di contatto con l’autore degli approfondimento, forum per le attività del laboratorio del modulo, forum su “tic e discipline (solo per il modulo 3). Quando il tutor metterà un segno di spunta accanto a questa attività? Quando riterrà “congrua” la partecipazione al forum.

Il tutor non ha alcun compito valutativo finale (lo stesso direttore rilascerà una “mera attestazione”, si veda la nota del MIUR riportata in “premessa”). Ma utilizzerà tutti gli elementi conoscitivi – in primo luogo – per “governare” il processo didattico.
Si auspica che gli elementi che si intendono adottare per “avallare” il completamento delle attività siano – per lo meno – comunicati ai corsisti (oltre che concordati con il direttore del corso).